lunedì 12 marzo 2012

Speciale collezione Marni per H&M



E' giovedì e Roma si sveglia lentamente all'alba con il dolce profumo di mimosa che inonda le sue numerose strade. A passi spediti percorro un'inedita Piazza di Spagna racchiusa nel silenzio della sua solitudine.Oggi é la festa della donna ed H&M per festeggiare la fedeltà delle sue clienti lancia una speciale collezione disegnata da Marni. Stupita di trovare poche persone prima e dopo di me a far la fila per accaparrarsi gli ambitissimi braccialetti colorati che da lì a poche ore ci avrebbero concesso l'accesso allo spazio espositivo dedicato alla collezione, attendo impaziente di toccare con mano materiali e tessuti. A riscaldarci nell'infreddolita attesa, vengono serviti thè caldi, cornetti e caffè per dare il giusto sprint al nostro shopping. Al momento di entrare ripasso insieme alla mia amica i capi cult che vorrei accaparrarmi, sperando che nei dieci minuti di tempo a nostra disposizione ciò che mi interessa acquistare corrisponda dal vero all'idea che mi ero fatta di capi e accessori, facendoli così velocemente scivolare nella mia shopping bag, per riuscire poi facendo lo slalom tra altre ragazze con le braccia colme di vestiti a visionare nei pochi minuti rimasti il resto della collezione. Ed eccola lì, la tanto attesa collezione Marni, in un tripudio di stampe anni '60 e fantasie etniche che prepotentemente emerge con tra i colori pastello della collezione primaverile del brand svedese. Impalpabili sete scivolano morbidamente su longuette, shorts e camicie, mentre stridono al tatto i rigidi tessuti tecnici delle giacche. Nulla conquista il mio cuore tranne gli accessori che sono la mia privilegiata passione. Vistosissime e coloratissime collane in plexiglass, composte da petali di fiori, strass e nastri da annodare al collo secondo la lunghezza desiderata. Enormi orecchini a clip, colletti bianchi o neri composti da grandi paillettes, sandali ultra flat o con tacco in legno. Tranne le cose che ho acquistato e qualche collana che non ho preso per non strapazzare troppo il mio bancomat, direi che la collezione non ha destato in me un particolare entusiasmo. Sarà perchè non amo indossare le stampe, sarà perchè la vestibilità di alcuni capi era destinata ad esili corpi come quello dell'emaciata modella della campagna pubblicitaria, sarà che alcuni tessuti erano talmente rigidi da poter essere indossati solo dall' Uomo di Latta e sarà anche che alcuni accessori possono essere ricreati dalle nostre laboriose manine grazie a trucchetti handmade.
Ed ecco la piccola carrellata dei miei gloriosi acquisti con annessa personalizzazione d'uso che ne farò.
In primis vi sono i grandi orecchini bianchi con gli strass che immagino contornare e illuminare il mio viso raccogliendo i capelli in un alto e pomposo chignon alla Carrie Bradshaw. Inizialmente ero scettica sul fatto che fossero a clip, come i mitici orecchini di bigiotteria anni '80, ma devo confessare che sono un'azzeccatissima scelta perchè così risultano più leggeri e i lobi non ne risentono il peso. A seguire, la collana bianca dagli scricchiolanti e snodati petali che formano cinque grandi fiori, sono regolabili sul nastro che li racchiude in base a come la si vuole indossare. La immagino stretta al collo legarsi all'armonia di una t-shirt dai tenui colori pastello o per giocare con il contrasto di una tee dall'anima rock e fluorescente, o ancora dare il giusto accento ad un long dress dal tessuto svolazzante. La borsa bicolor trasparente è il mio pezzo preferito e sarà la mia fedele amica di primavera che sottobraccio mi accompagnerà tra le vie del centro. Il giusto mix di colori, la forma e la dimensione, le donano quell'aspetto semplice e allo stesso tempo ricercato che si adatta bene sia ad un look fresco e casual accentuando quella grinta in più e sia e ad un look più sofisticato donandogli un'allure sfacciatamente snob. Ed infine per tuffarmi nell'immensità dei caldi raggi del sole indosserò le avvolgenti lenti grigie degli occhiali. Unico neo, che mi ha delusa non essendomene accorta prima, è che a differenza di tutti gli accessori e vestiti, gli occhiali da sole non riportano sulle aste alcuna scritta che indichi che appartengono alla collezione di Marni per H&M. Ingoiando questo piccolo rospo di disattenzione della casa produttrice, felice del mio bottino attendo l'arrivo della primavera.


5 commenti:

  1. Noooo, non ci credo!!! La collana era il mio pezzo preferito, ma non sono riuscita ad accaparrarmela. Mi dicono che a Milano c'era la fila da mezzanotte e ho preferito non tentare ...

    www.lostinunderwear.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. anche a Milano stessa identica atmosfera e giornata...la collezione maschile era molto più carina...e il colletto di paillettes nero è stato il mio unico acquisto al reparto donna...ho impiegato meno di 10 minuti per capire il tutto!
    tutto sommato è stata una bella esperienza!

    RispondiElimina
  3. Cara Claudia, dai racconti di mia sorella che è arrivata intorno alle 7.30 al negozio di Vittorio Emanuele a Milano era tutto tranquillo, poca fila e braccialetti disponibili. Idem a San Babila, nella quale è andata a sbirciare dopo aver preso il suo braccialetto, c'era un pò più di gente, ma nessuna ressa. Mi dispiace per il tuo mancato shopping. La prossima volta organizziamo un raid Roma-Milano, così saremo sicure che ognuna di noi sarà felice con il suo bottino! ;)

    RispondiElimina
  4. Io non sono andata, un pochino scoraggiata dal fatto di non esser riuscita ad "arruolare" nessuna amica come compagna dell'esperienza!!
    Anche io, cmq, avrei nel caso comprato solo accessori, secondo me i pezzi piu' belli dell'intera collezione!!!
    E' la prima volta che capito sul tuo blog e devo farti i complimenti, è veramente carino, ben fatto e molto curato, complimenti.
    Mi sono con piacere aggiunta ai tuoi lettori fissi, mi piacerebbe molto se passassi da me:LA PETITE DAME, ti aspetto con piacere!!
    A presto e buon inizio settimana!!!

    RispondiElimina
  5. La collana è davvero splendida cavoli <3

    RispondiElimina