domenica 11 settembre 2011

Piccole felicità...

< deliziosi porta-oggetti (troppo carini per svolgere la loro reale funzione di posacenere; è oltraggioso spegnere una sigaretta in faccia ad Audrey, anche se lei era un'accanita fumatrice!) >

Le vacanze sono finite anche se le temperature romane non accennano ad abbassarsi e a farci sentire meno in colpa di riprendere i ritmi e buoni propositi per l'autunno. Dopo aver disfatto le valigie e riposto sorridenti oggetti che emanano recenti ricordi non ci resta che raccogliere le energia mentali per buttare nero su bianco innumerevoli whish list, elenchi di cose da fare e posti da visitare per catapultarci  in mille attività ed avventure. Tuttavia, godendo ancora di piccoli ritagli di tempo oscillanti tra "vacanza e responsabilità",  sorseggio un bicchiere di  thè freddo alla pesca cullandomi sulle note di "Battez Vous" (dell'adorabile e retrò-glam duo francese Brigitte). E continuo a farmi coccolare da piccoli oggetti che continuano abbondantemente a popolare la mia casetta e il mio cuore regalandomi dolci sprazzi di felicità!


< Portaprofumo piccolo e pratico della giocosa e seduttiva fraganza Lola di Marc Jacobs. Dedicato a chi ama avvolgersi in un bouquet fiorato, a cui fanno capolino note fruttate, lasciando sulla pelle un fondo cremoso di muschio e vaniglia. Semplicemente perfetto! >


< Lipstick Jungle adorabile bestseller di Candace Bushnell trasformatasi poi in serie tv in cui tre splendide donne si raccontano amori, lavoro e sogni.  Splendido esempio di amicizia femminile condito dal giusto mix di vestiti ed accessori. (inutile sottolineare che Victory Ford è il mio personaggio preferito!) >


< Adoro le scatole di latta! Racchiudono al loro interno la fragranza e il gusto dei dolci appena sfornati e all'esterno il racconto di una piccola storia. La mia narra di un dolce girotondo dove i macaron si tengono per mano con muffin, cookies, madeleine e piccole meringhe. Opera della designer francese Valerie Nylin. >


< Mister Mincio, è una sorta di maggiordomo che dà il benvenuto a chi entra nella mia casetta romana. Orsetto di legno intagliato a mano dall'inconfondibile shabby chic style, deve il suo nome al luogo in cui è stato acquistato. Uno splendido negozietto con muri di pietra e soffitto a volte, inebriato dal profumo dei boschi e dallo scorrere lento del tempo. Incastonato in un paese magico, Borghetto sul Mincio, dove alle sponde del fiume si alternano piccole abitazioni medievali, incantando la natura che generosamente gli offre il suo paesaggio.>

1 commento:

  1. signorina Dixit le ruberei tuttooooooo!!!!!!!!

    RispondiElimina